Due mesi incredibili! Arrivederci Graecalis2017

6 Settembre - 2017  

Il 5 Luglio, abbiamo dato il via all'edizione 2017 di GRÆCALIS. 
Il 5 Settembre, abbiamo spento le luci su questa rassegna per la quarta volta, in quattro anni di vita.

Dovremmo salutare il nostro pubblico, ma effettivamente non è mai un "Arrivederci". Come, del resto, non c'è mai un inizio o una chiusura definitiva di GRÆCALIS: è un progetto che vive dentro di noi continuamente. 
Ogni sforzo, ogni incontro, qualsiasi cosa che possa apparire scollegata o slegata dalla rassegna che da quattro anni curiamo con pazienza e passione, è difatti sempre strettamente collegata ad essa.

Il Teatro di Calabria E' Græcalis: è un legame indissolubile, una nostra creatura, qualcosa che è nato dentro di noi e che ci cresce in petto. Una crescita alle volte difficoltosa, altre faticosa, ma sempre immensamente entusiasmante.

In questi ultimi due mesi, abbiamo visto e vissuto esperienze forti, abbiamo conosciuto attimi di pura felicità, di un'intensità per noi davvero difficile da immaginare. 
E' stata una lunga strada, quella di Græcalis2017: una strada sulla quale si sono incrociati i destini e le storie di tante persone, tanti nuovi amici che hanno unito la loro passione alla nostra e con i quali - speriamo - di poter continuare a crescere e lavorare insieme.

Non è mai scontato trovare persone con cui poter trovare un'intesa così particolare e forte. L'esperienza poi ci ha insegnato che è anzi difficilissimo riuscire a far convivere diversi spiriti in maniera armonica e virtuosa. 
Ecco perché sentiamo il bisogno di essere riconoscenti, di dire "Grazie" a chi ci ha donato un pezzo della propria passione.

In primis e sempre grazie alle nostre guide, alle colonne portanti di questo teatro, che rendono possibile tutto questo: i Maestri Aldo Conforto e Luigi La Rosa e la presidente Anna Melania Corrado.

Grazie ai membri della Compagnia, compagni di Arte e di vita: Salvo, Mariarita, Marta, Paolo, Alessandra, Anna Maria. 
Grazie all'entusiasmo e alla commozione di Alba, Mariarita, Clizia, Faustina, Carmen, Rita che hanno vissuto insieme a noi l'emozione del debutto sulle scene.

Grazie a chi ci ha offerto sostegno e aiuto in questi anni, a chi stima il nostro lavoro non solo a parole ma con i fatti: Rocco Guglielmo, la #Calabriacherema.

Grazie a chi ci ha accompagnato in questi anni, compagni vecchi e nuovi, mettendo a disposizione un pezzo del proprio saper fare: Oreste Sergi Pirrò, Giulio De Carlo, Francesco Mazza, Cesare Citriniti, Francesco Piro, Elena Bitonte, Dalila Imperiale, Anthony Vatrano e Simona Cristofaro di 4Culture.

Grazie a chi si è messo sempre a disposizione per dare una mano in sala, dietro le quinte, sempre con il sorriso: Bunty e la sua splendida famiglia, Emilia e Maria Grazia, Eleonora, Concetta, Pino e Francesco.

Sicuramente avremo dimenticato qualcuno in questo elenco. Le persone che ci hanno accompagnato in questo viaggio sono state tante, tantissime. 
Certo, non possiamo non rivolgere un ultimo "Grazie", forse il più importante: grazie ad ognuno di Voi, grazie al pubblico che ci ha regalato ogni sera un'emozione diversa. Un sorriso, una parola, una lacrima di commozione, una critica costruttiva, una lode.

Senza di Voi, senza ognuno di Voi il TdC è niente.

"Il viaggio finisce qui". 
O forse, da qui ricomincia.

Appuntamento a presto: il vento della parola antica soffia su Catanzaro, soffia nei cuori del #TeatrodiCalabria.